Il Memoria Festival di Mirandola, a cadenza biennale e strutturato in diversi cerchi tematici dedicati ciascuno a un aspetto della memoria, prevede un’edizione intermedia più concentrata e focalizzata su un concetto in particolare: il PRO-MEMORIA. L’appuntamento è da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno 2019 con tre giorni di conversazioni, spettacoli e approfondimenti incentrati quest’anno sull’idea di Identità, della quale filosofi e scienziati, storici e scrittori, giornalisti e critici letterari aiuteranno a scoprire i mille volti.

 

Organizzato dal Consorzio per il Festival della Memoria di Mirandola, con la collaborazione della casa editrice Einaudi, il PRO-MEMORIA prosegue quello straordinario viaggio della memoria che – prendendo spunto dal mirandolese eccellente Giovanni Pico, che rese proverbiale l’uso delle doti mnemoniche per la divulgazione di sapere e conoscenza – ha determinato il successo di ogni edizione dell’evento. E così, se il Memoria Festival è un contenitore pluritematico di incontri, conferenze, tavole rotonde, concerti, proiezioni, workshop, laboratori, mostre e giochi, il PRO-MEMORIA offre un singolo filo conduttore a fare da scintilla per investigazioni e suggestioni che si muovono liberamente sul piano spaziale e temporale, intrecciandosi alle discipline più varie.