Dopo il successo di pubblico della prima edizione nel 2016 e, nel 2017, il brillante esordio del ProMemoria, prima edizione “dispari”, quest’anno dal 7 al 10 giugno l’appuntamento è con la seconda edizione del Memoria Festival, promosso dal Consorzio per il Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi editore.
L’orizzonte della memoria torna quindi ad abbracciare panorami più estesi, come nel battito del cuore che si contrae ed espande, e in questa edizione più ampia si ritrova la struttura dei cerchi tematici, ognuno dei quali dedicato a un aspetto, un’interpretazione, una suggestione scaturita dalla memoria: I. Pico e oltre, II. Storia e memoria, III. Mnemosyne, IV. Memoria, scienza e medicina, V. Dialoghi, VI. Viva voce, VII. Una lezione, VIII. Territori, IX. Libri e memoria.

In compagnia di numerosi protagonisti italiani della cultura, del pensiero e dello spettacolo, il Festival invita il suo pubblico ad arrestare il tempo frenetico dell’immediatezza, della quotidianità, per riscoprire il piacere di concentrarsi e lasciarsi coinvolgere in riflessioni, dibattiti, proiezioni, giochi e attività diverse.
Accanto agli appuntamenti con gli ospiti, infatti, tre sezioni del programma offrono ulteriori prospettive di approfondimento: per esplorare La memoria in musica e teatro, combinare Cinema e memoria e svagarsi con Giochi, laboratori e divertimenti di memoria.
Seguiteci qui sul sito e sui nostri canali social per scoprire con chi e di cosa si dialogherà al #MemoriaFestival tra le piazze, le vie, i portici, i giardini e i palazzi della città.